Bus navetta per le carceri

Mag 6, 2022 | Interviste

Si chiama ‘41 bus’ il servizio dedicato ai parenti di chi è in prigione, in gran parte donne e con bambini, che spesso hanno difficoltà a raggiungere le carceri, sovente situate fuori dai centri urbani.

Partirà nelle prossime settimane il progetto pilota ideato da un ex detenuto mentre era in cella e che, questa è l’intenzione, potrebbe allargarsi in tutta Italia.

A fondarlo è stato Bruno Palamara, seguito dall’avvocato Beatrice Saldarini. Lo scopo è quello di migliorare le condizioni di vita di chi è dietro le sbarre. In quattro anni di reclusione Bruno ha studiato il modo per risolvere un problema molto sentito dai detenuti, ossia quello dei colloqui con i famigliari che di solito vivono lontani e che spesso sono costretti, per dirla con le parole del legale, a “viaggi della speranza”.

Dunque si tratta di un servizio di trasporto da stazioni e aeroporti lombardi per agevolare la visita dei famigliari dei detenuti. Tale servizio garantirà il collegamento da stazioni e aeroporti. Quindi in prospettiva dalle stazioni di Milano e da Malpensa.

 

Scopri di più leggendo questo articolo https://www.prealpina.it/pages/lombardia-bus-navetta-per-le-carceri-275894.html

Le altre news

Cos’è 41bus?

41bus è il servizio di supporto alle famiglie dei detenuti che facilita il viaggio verso il carcere.

Con le nostre linee raggiungi il luogo di reclusione in totale semplicità a un prezzo contenuto, anche se l’istituto si trova fuori dal centro urbano e non è servito dai mezzi pubblici.

Le nostre destinazioni

Scopri i luoghi che puoi raggiungere con noi.